ONEPLUS ONE

149,00

condizioni: MOLTO BUONE
accessori: SCATOLA – CARICABATTERIE – CAVO DATI – AURICOLARI

GARANZIA RIDERSTORE 90 GG

1 disponibili

Descrizione

Descrizione

Dopo avervi proposto l’anteprima del modello pre-serie e aver provato anche la variante venduta in Cina con ColorOS, oggi vi proponiamo la recensione del OnePlus One modello definitivo, ovvero quello da 64GB venduto direttamente da OnePlus. Amato, odiato ma comunque dibattuto, possiamo finalmente mettere un punto sulla questione OnePlus One.

Hardware, Materiali ed Ergonomia:

OnePlus One a livello hardware è lo smartphone più potente ad oggi presentato e “disponibile” sul mercato. Sebbene non abbia tutte le migliori qualità disponibili, RAM, Processore e memoria sono indubbiamente le soluzioni più recenti a livello tecnico. Inutile elencare tutte le specifiche che potete trovare nella scheda tecnica completa e che ormai conoscerete bene.

Quello che invece è importante sottolineare è che OnePlus One ha una maneggevolezza molto simile a quella del Galaxy Note 3. Sebbene sia un po’ più stretto e permetta un’impugnatura migliore, le dimensioni sono veramente importanti e usare lo smartphone con una sola mano è molto difficile e a livello software non ci sono facilitazioni per l’utilizzo dell’interfaccia con un solo dito. Nonostante questo il peso è ben bilanciato e non è eccessivo.

Eccellente invece l’assemblaggio con una scocca che è veramente particolare. Il nome Sandstone è oltremodo adatto in quanto la sensazione che si ha toccando la back cover è quella di sabbia pressata o, per fare un’altra similitudine, sembra di toccare pietra pomice. La superficie è infatti ruvida, con un buon grip anche se inizialmente si può avere un certo fastidio a toccare il device.

SCHEDA TECNICA ONEPLUS ONE

Display:

Parliamo di un 5.5 pollici con cornice sottile ma comunque una diagonale molto importante. La qualità dello schermo è molto buona, i colori sono ben tarati e a livello software troviamo un’infinità di impostazioni che permettono di intervenire manualmente sulla temperatura e tonalità dello schermo.

Apprezzabili la possibilità di personalizzare il led, il comportamento del sensore di luminosità e, in teoria, la gestione di testi frontali. La luminosità come sempre detto è praticamente assente ma l’idea di poter scegliere i tasti esterni o all’interno dell’interfaccia software è davvero gradevole e in grado di accontentare tutti. Rimane comunque diversa la disposizione dei tasti a schermo rispetto a quelli esterni anche se i primi possono essere modificati e personalizzati lato software.

Molto buoni gli angoli di visuale e la scorrevolezza del pannello cosi come la luminosità generale. Purtroppo, non sappiamo se per un problema software o per altro, non sempre il tap viene realmente recepito dal telefono e può capitare di dover tappare più volte sullo schermo per una determinata azione. Questo lo abbiamo notato in tutte le versioni CyanogenMod 11. Infine il pannello frontale è molto riflettente e questo non aiuta in condizioni di luce esterna sebbene sia comunque visibile al sole senza troppi problemi.

Batteria, Audio e Ricezione:

I 3100 mAh sono un valore di targa importante e sicuramente bilanciato rispetto a display, RAM e processore. OnePlus One ha un’autonomia davvero eccezionale e, dalle prove effettuate, anche superiore all’LG G2 che nel segmento smartphone aveva ancora il primato.

Audio purtroppo che riconfermiamo non essere all’altezza delle aspettative in capsula auricolare. Potete dire di aver letto qualsiasi cosa ma tre device su 3 di tre differenti provenienze hanno mostrato un volume basso in chiamata e non è certo un caso. La qualità sarebbe buona, senza fruscii o problemi ma l’interlocutore si sente lontano e dopo i primi giorni si capisce che è necessario una certa concentrazione durante una chiamata e in luoghi pubblici i problemi aumenta. OnePlus One non è inutilizzabile ovviamente, ma ha un audio in chiamata basso e questo è un dato di fatto nel confronto con tutti gli altri top gamma e non solo, disponibili sul mercato. Il vivavoce è invece buono, non eccezionale e ma comunque in linea con altri top device (le due casse comunque hanno molta più potenza con suonerie e riproduzione suoni multimediali).

Ricezione invece buona anche se non eccellente: il wi-fi prende leggermente meno di altri (in pratica nella mia zona di test critico non vedo la rete mentre con altri ho una tacca di segnale e navigo), perfetto il GPS, rapido il Bluetooth e per il resto nessun problema con 3G e LTE sebbene comunque la banda da 800MHz non sia presente a livello hardware (ma tanto l’LTE è ancora raro).

Software:

Anche provando la versione “definitiva” mi aspettavo di più dalla CM11S. Non solo la personalizzazione è molto simile a quella che chiunque potrebbe avere installando un CM11 sul proprio smartphone supportato dal Team, ma non è comunque un software perfetto. Ovviamente aggiornamenti potranno migliorare la stabilità ma la sensazione è che, come avviene per le 10ine di smartphone non ufficiale CM, il sistema possa rimanere in una sorta di beta perenne, in continua evoluzione e dunque non perfettamente stabile. Da subito abbiamo notato, nonostante l’OTA ricevuto, piccoli problemi visivi nel blocca schermo in modo casuale, qualche forse close, crash della home, piccoli problemi alla fotocamera e in generale un’ottimizzazione non certo perfetta.

Ovviamente non ne faccio un dramma e il OnePlus One non è certo un device adatto alla signora del centro commerciale, ma anche uno smanettone potrebbe non essere proprio felice di avere qualche incertezza su un device commerciale. Detto questo va sottolineato che OnePlus One è un device da personalizzare, modificare e “smanettare” e difficilmente chi lo acquista lo lascia completamente stock. Dunque la stabilità in generale è forse l’ultimo dei problemi e il divertimento sta proprio nel provare tutto il possibile e anche di più.

 

Per quanto riguarda la CM11S in senso assoluto, non ci sono poi tante funzionalità esclusive, Questo non è un male visto che il software è usatissimo su tanti modelli diversi e poter avere il Theme Chooser, la galleria e le altre nuove funzionalità sicuramente farà piacere anche ai non utilizzatori di OnePlus One. Molto bella per esempio l’app fotocamera che, oltre ad avere tantissime opzioni, offre una UI molto pulita e ordinata.

Eccellente internet che non solo sfrutta pienamente l’hardware a disposizione tramite Chrome, ma con 5.5 pollici abbiamo un’area di interazione enorme. Inoltre la velocità di navigazione, render e movimento è veramente notevole e forse la migliore vista fino ad oggi. Ottima anche la velocità di scambio dati in Wi-Fi che riesce a sfruttare bene tutta la banda a disposizione.

Ultima nota per la RAM e il discorso accennato in video. Avere 3GB di RAM è un valore aggiunto importante, sopratutto se la UI è pesante e personalizzata. Su OnePlus One fortunatamente questo problema non c’è ma, di contro, Android KitKat al momento non riesce a trarre beneficio da tutta questa abbondanza. Di fatto riuscire a scendere sotto 1GB di RAM libera è praticamente impossibile e i processi vengono comunque chiusi senza sfruttare tutto il potenziale. Dunque, avere 1GB ancora completamente vuoto e assistere a ricaricamenti fa un po’ rabbia anche se il device è rapidissimo. Speriamo che con Android L e l’arrivo dei 4GB di RAM nei futuri 64-bit, il sistema possa sfruttare davvero tutto il potenziale dello smartphone.

Multimedia e Immagini:

La fotocamera di OnePlus One è una 13 megapixel con doppio Flash. La UI come detto è ben fatta e la qualità degli scatti è buona. Non abbiamo il telefono con le migliori foto ma sicuramente non è il peggiore. I colori sono fedeli alla realtà e il rumore non eccessivo. Senza flash e con poca luce la qualità cala molto. Alcuni esempi li trovate a seguire:

Per quanto riguarda i video non manca il 4K e la possibilità di arrivare fino a 120fps abbassando la risoluzione. Ho girato tre diversi video in quanto in 4K è possibile registrare anche con l’opzione DCI che rallenta un po’ tutto ma è sicuramente una novità.

Di seguito le immagini dei settaggi usati per video e foto (sono presenti più codifiche che possono essere scelte – è un telefono per tecno fan in fin dei conti).

Ottimo il reparto multimediale che, sia grazie al display grande, sia grazie all’ottimo hardwaresi apprezza in tutte le circostanze. I video vengono riprodotti molto bene in tutti i formati e i giochi sono ottimi anche con gli ultimi arrivi. Purtroppo Gallery Next, la galeria di default, non ha una qualità delle anteprime convincente ma l’audio è sempre ben riprodotto.

Conclusioni:

OnePlus One è uno smartphone che ha avuto alti e bassi. L’azienda ha lavorato molto bene lato marketing riuscendo in pochi mesi a creare un’immagine di se molto positiva. Il sistema di inviti è stato il flop più importante e ancora oggi non convince gli utenti e non ci sono reali garanzie su quanto possa arrivare la vera disponibilità del prodotto senza attese, gare, contest o simili.

Se a livello hardware è difficile desiderare di più e la costruzione è ottima, i piccoli difetti ci sono e sommati tutti rendono il prodotto desiderabile, da provare ma non necessariamente da avere. OnePlus One è un telefono che si propone ad una nicchia di utenti ancora più ristretta rispetto alla gamma Nexus in quanto non si trova in negozio, nel Play Store e non è facile averlo oggi. Inoltre il firmware è adatto ad un pubblico “esperto” non tanto per la Ui in se ma piuttosto per le mille opzioni, personalizzazioni e liberà offerte. Se si vuole provare la CyanogenMod OnePlus One non è comunque l’unica scelta in quanto l’esperienza generale non è lontana da quella che si potrebbe avere con una CM11 su Nexus 5 o altri. OnePlus One si compra probabilmente per un solo, vero motivo: un hardware top con una memoria enorme ad un prezzo contenuto e abbordabile con la garanzia che per 2/3 anni più o meno tutti gli aggiornamenti Android vedranno protagonista questo prodotto. Ma OnePlus One davvero potrà durare cosi tanto tempo in mano ad un tecnomaniaco che probabilmente cambia uno smartphone ogni pochi mesi?

Riassumendo la recensione:

  • A livello software la stabilità non è ancora perfetta, qualche piccolo crash della home ogni tanto capita sebbene l’istanza si riavvii praticamente in 2 secondi. Il blocca schermo personalizzato ogni tanto mostra qualche bug grafico e non vengono allineati bene i contenuti e le icone
  • I tasti frontali sono quasi invisibili con una retroilluminazione praticamente nulla
  • Il telefono è velocissimo e ha una reattività davvero eccellente sopratutto con Chrome si ha una fluidità di navigazione migliore anche del Nexus 5
  • Le casse inferiori hanno un volume davvero eccellente sopratutto con le notifiche che risultano ancora più forti rispetto alla riproduzione dei contenuti multimediali (al massimo è praticamente impossibile tenere il volume)
  • Batteria davvero eccellente sia in uso reale (vedi screen) sia in standby con un consumo energetico davvero contenuto
  • L’audio in chiamata purtroppo rimane basso. C’è poco da fare ma questo problema non è da poco e rischia di essere il vero spartiacque per questo device. L’interlocutore non si sente male ma è lontano e abbastanza basso. In ambienti rumorosi (superimercato, posta, piazza, mondiale, sconfitta) riuscire a sentire diventa difficile e bisogna fare non pochi sforzi e concentrarsi sulle parole.
  • La ricezione è il linea con altri device ma non eccelle. Il segnale 3G non viene mantenuto in condizioni limite e il Wi-Fi prende leggermente meno di tutti i top gamma recentemente provati.
  • I 64GB di memoria integrati sono davvero comodi
Informazioni aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Display

5.5

Ram

Memoria

Camera

13 mpx

Doppia sim

S. O.

Android

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ONEPLUS ONE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shipping & Delivery

Al momento dell'ordine il cliente può decidere il ritiro gratuito in negozio o la spedizione tramite corriere di nostra fiducia. La spedizione verrà effettuata entro 24 ore dal momento dell'ordine, il corriere impiegherà 48/72 ore per effettuare il primo tentativo di consegna a domicilio Le spese di eventuale spedizione sono di 6,90€ indipendentemente dal valore del prodotto o dalla quantità acquistata. Eventuali danneggiamenti della merce durante il trasporto dovranno esserci comunicati tempestivamente tramite raccomandata o mail, e avranno seguito solo nel caso sia stata posta riserva al corriere al momento della consegna.