APPLE IPAD MINI 3 16gb CELLULAR

259,00

condizioni: MOLTO BUONE

accessori: SCATOLA – CARICABATTERIE – CAVO DATI

GARANZIA RIDERSTORE 90 GG

1 disponibili

Descrizione

Descrizione

Tecnicamente potrebbe bastare il solo titolo a sintetizzare al meglio questo capitolo, ma vediamo se riusciamo a dire qualcosa di più. Sostanzialmente ci troviamo di fronte lo stesso iPad mini che per 12 mesi abbiamo imparato a conoscere. Il design (bellissimo) non è assolutamente cambiato, eccezion fatta per quanto riguarda la zona del tasto Home che ricalca quella già vista in occasione di iPhone 5s e iPhone 6. Il piccolo cerchio che funge da cornice è della stessa tinta che troviamo sulla back cover e sulla cornice laterale. Per il resto non ci sono assolutamente differenze.

Il layout dei pulsanti è sempre lo stesso, non cambiano nemmeno spessore e peso in pratica, e quest’ultimo è pericolosamente vicino a quello del peso piuma iPad Air 2. I 7,5 millimetri di spessore si sentono soltanto se si è provato anche l’ultimo iPad di casa Apple oppure iPhone 6 Plus, capaci di rendere meno evidenti le dimensioni importanti dei display. iPad Mini 3 è anche lontano per alcuni elementi di design da Air 2, ad esempio le griglie degli speaker sono ancora doppie e con fori più piccoli. Inoltre, è l’unico iPad rilasciato nel 2014 con ancora lo switch per il muto o il blocco rotazione.

Comunque, una differenza rispetto la precedente generazione c’è e riguarda la nuova colorazione oro che è identica a quella vista in occasione di iPad Air 2 e ovviamente iPhone. Anche in questo caso la qualità costruttiva è ai massimi livelli e gli assemblaggi sono quelli che abbiamo imparato a conoscere bene nel corso degli anni, ma rimane un po’ di amaro in bocca per vedere sottovalutato questo spettacolare device di casa Apple, molto apprezzato proprio per la sua dimensione contenuta.

Display: è sempre un belvedere

iPad Mini 3

Forse il display è l’unico aspetto che non mi è dispiaciuto ritrovare in questo iPad mini. Il pannello da 7,9″ ha sempre una risoluzione di 2048 x 1536 pixel a 326 PPI, ma devo dire che onestamente non mi aspettavo nulla di più. La gamma dei colori viene riprodotta con una fedeltà precisa, eccezion fatta per qualche tonalità che sembra leggermente meno “viva” e tende ad avere una gradazione più riposante e meno sparata. Personalmente posso dirvi che questa calibrazione non mi dispiace assolutamente, anche se riconosco che per altri potrebbe non essere la stessa cosa.

Come già detto, fra iPad mini 2 e 3 c’è una sola novità, e quella è il Touch ID. Niente display laminato quindi per questo piccolo device, che mostra ancora il piccolo gap d’aria fra vetro e pannello stesso. Nulla di trascendentale, certo, ma su iPad Air permette di ottenere una qualità visiva maggiore e soprattutto ha l’effetto collaterale di ridurre lo spessore della macchina. Di iPad mini apprezzo la diagonale perfetta, che permette di usare il device senza minarne l’ergonomia, e la maggiore densità di pixel che rende perfetti testi ed icone del sistema operativo.

Leggere e visionare filmati in alta risoluzione non sarà sicuramente un problema, specie se già conoscete le straordinarie doti di questo display. Sintetizzando, mi sento di premiare ancora una volta questo componente, sperando però di vedere un upgrade sostanzioso il prossimo anno. Lo avevo amato 12 mesi fa, continuo ad amarlo anche in questa generazione.

Hardware e software: vorrei tanto ma non posso

iPad Mini 3

Se non abbiamo fatto altro che lodare l’ottimo hardware a disposizione di iPad Air 2, dobbiamo necessariamente tirare le orecchie ad Apple per non aver implementato tutte le novità anche su questa versione di iPad mini. L’hardware a bordo del piccolo tablet di casa Apple è lo stesso dello scorso anno, quindi con lo stesso identico processore A7 con architettura a 64-bit e ovviamente co-processore di movimento M7 dedicato. Nulla di particolarmente scandaloso, peccato che iOS 8 mette leggermente in crisi questo processore. Unica novità in questo caso è appunto il Touch ID, che funziona senza problemi sebbene lo abbia trovato talvolta leggermente più lento di quello su iPhone.

Di iOS 8 ne abbiamo veramente parlato a più riprese, ma devo dire che vederlo girare su questo iPad mi ha lasciato leggermente senza parole. Forse sarà che il nuovo iPad Air 2 gode di una prontezza che attualmente non riscontro su nessun iDevice e su nessun terminale con diverso sistema operativo, ma questo iPad mini 3 mi sembra leggermente scattoso e con qualche “impuntamento” di troppo. Le animazioni appaiono rallentate in più di qualche circostanza e il passaggio tra modalità portrait a landscape è qualcosa di veramente assurdo. Altro piccolo neo è che lasciando più di qualche tab aperta su Safari, le stesse debbano necessariamente essere ricaricate una volta riaperte – non sorprende che il modello maggiore abbia una quantità doppia di memoria RAM. Ovviamente non sto parlando di un tablet inutilizzabile, ma non posso nascondervi che sicuramente non ci troviamo di fronte al massimo della fluidità che ci aspetteremmo da Apple.

Quasi dimenticavo di dirvi che anche in questo caso il taglio da 32 GB è stato mandato in pensione per dare spazio alle versioni da 16, 64 e 128 GB. La strategia dell’azienda è chiara, e punta a far vendere più modelli da 64 GB a fronte di “soli” 100€ in più. Ovviamente, ritroviamo anche la connettività Wi-Fi oppure Wi-Fi con 4G, perfetta per la navigazione in mobilità affidata alle reti telefoniche. Il modello Cellular presenta una banda in plastica nera nella parte superiore che nasconde le antenne e ovviamente uno slot per la nanoSIM.

Batteria: nessuna novità ma molte conferme

iPad Mini 3

Mi spiace essere ripetitivo e forse è anche sbagliato esserlo, ma purtroppo sono costretto a riportare le stesse sensazioni provate 12 mesi fa. L’autonomia di questa terza generazione ricalca integralmente quella del mini 2 (anche perché l’hardware è quello). In termini di utilizzo direi che si possono fare dalle 9 alle 10 ore belle piene con tutto attivo e luminosità del display piuttosto alta. Ho anche avuto modo di provarlo con qualche videogame e devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla scarsa velocità con cui cala la percentuale della batteria.

Non ci crederete ma anche girando qualche video (lo faccio solo per il bene della scienza) non si notano vistosi cali. Anche i tempi di ricarica sono fortunatamente contenuti, a differenza di quelli di iPad Air 2 che sono biblici. iOS 8 offre poi strumenti avanzati per controllare al meglio i consumi di batteria (simili a quelli di Android) con consigli preziosi per evitare autonomie anomale. Come sempre, vi suggerisco di dare un’occhiata alla nostra guida per ottimizzare la batteria dei dispositivi iOS.

Quello che emerge comunque è che il tablet ha un comportamento sincero in ogni situazione, un dato che onestamente reputo molto importante per chi utilizza iPad quotidianamente. Caricatelo e scordatevelo in borsa, sul divano o sulla scrivania: molto probabilmente avrà sempre della carica residua per permettervi di lavorare o divertirvi.

Fotocamera: vi aspettavate qualcosa?

iPad Mini 3

Niente novità nemmeno nel comparto fotografico. La iSight da 5 MP è la stessa che ormai abbiamo da anni sui tablet dell’azienda, che come prestazioni è vicina a quella del vetusto iPhone 4. Gli iPad non sono macchine fotografiche (sebbene l’utenza sembra abbia inteso il contrario) ma anche qui delude vedere lo stesso modulo dell’anno scorso. Ci sono nuove migliorie software, dovute all’aggiornamento di iOS alla versione 8, ma nessuna grande novità da far girare la testa. Anche la fotocamera frontale è invariata, e ritroviamo lo stesso modulo da 1,2 Megapixel.

Potremo fare foto panoramiche o in taglio 1:1, oppure sfruttare l’HDR per contrasti elevati in situazione di scarsa luminosità. In modalità video troviamo i time-lapse, ma purtroppo non le spettacolari moviole che abbiamo cominciato ad apprezzare con iPhone 5s. Nel complesso, è una esperienza fotografica abbastanza completa, e anche le foto non sono male, sebbene manchi quel dettaglio extra offerto dai 3 MP aggiuntivi del modulo di iPad Air 2. Si vede in certi frangenti proprio la comparsa di una certa sfumatura dovuta ad un sensore non particolarmente esteso. Buoni anche i video, nuovamente offerti fino alla risoluzione Full HD, che risultano anche essere abbastanza stabilizzati grazie un angolo di ripresa più stretto del solito.

Come da tradizione, ecco qualche scatto di prova che dimostra la qualità dell’output fotografico:

 

Multimedialità: piccolo ma geniale

iPad Mini 3

Per come sono abituato a concepire i tablet, gli stessi devono necessariamente essere il regno della multimedialità. Il protagonista della odierna prova se la cava in modo veramente eccelso. Serie TV, partite, giochi, musica, letture di testi e tantissime altre cose vengono letteralmente “macinate” senza nessun tipo di problema. Anche il sistema audio non è male (sebbene un po’ privo di bassi), quindi un valore aggiunto a tutte le attività elencate in precedenza. L’ottimo display aiuta sicuramente moltissimo, ma devo dire che principalmente il risultato è ottenuto grazie anche alla straordinaria facilità con cui iPad mini si lascia usare.

Le dimensioni contenute e il peso ridotto aiutano nelle lunghe sessioni di gioco o durante la fruizione di contenuti video, evitando il fastidiosissimo problema dei polsi indolenziti che gli utilizzatori di tablet di vecchia data conoscono più che bene. Unica pecca del design? La posizione stessa degli speaker. Essendo sul fondo del tablet, in modalità landscape si rischia continuamente di coprirli con le mani, e questo problema è accentuato sul piccolo iPad dato che una mano grande praticamente lo sovrasta.

Per le sue misure, quindi, iPad mini continua a sorprendere, e sebbene le prestazioni nel gaming non siano le migliori della categoria, non possiamo che rimanere soddisfatti dall’esperienza multimediale completa offerta dal piccolo tablet di casa Apple.

iPad mini 3: le nostre conclusioni

Conviene acquistare iPad mini 3 se si ha la precedente versione? No, assolutamente. A chi mi sento di consigliare questo iPad? Difficile rispondere, questo perché secondo il mio modesto parere non conviene spendere circa 100€ in più per il solo Touch ID, molto meglio puntare sul modello precedente che attualmente costa mediamente 100€ in meno e che nella versione da 32 GB solo WiFi a 349€ rappresenta la scelta più saggia e intelligente da fare se siete alla ricerca di un tablet di Cupertino a basso costo.

[proecontro]La strategia di Apple inizia a confondere più di una persona: tra i numerosi iPhone venduti (dal 5c al 6 Plus) e ben cinque iPad acquistabili (di cui uno ancora con lo stesso obsoleto hardware di iPad 2!), non vorrei che si potesse cominciare a parlare di frammentazione sui device dell’azienda. A giro ci sono troppe base hardware differenti con schermi e risoluzioni più svariate, e tutte queste devono essere supportate non solo da Apple ma anche dagli sviluppatori, che si ritrovano iOS 8 su dispositivi il cui hardware a breve compierà il quarto compleanno. Questo creerà confusione, che si aggiunge a quella di ritrovarsi tre iPad mini in una forbice di 150€ di differenza.

Acquistare iPad mini 3 quando il modello dello scorso anno è praticamente identico non ha senso: speriamo soltanto di vedere un aggiornamento della gamma completo e paritario fra i tablet il prossimo anno, perché a questo punto la scelta è ovvia. Chi può rinunciare ad un po’ di portabilità a favore di prestazioni nettamente migliori, schermo più brillante e comparto multimediale rivisto, quest’anno deve per forza puntare ad iPad Air 2, il vero re dei tablet che abbiamo recensito proprio in questi giorni. Il modello mini sembrava così promettente, eppure non vorremmo che Apple stessa, per qualche motivo, stesse cercando di allontanare gli occhi da esso.

Se volete acquistarlo, potete reperirlo al prezzo di 399€ sull’Apple Online Store per la versione 16 GB solo Wi-Fi e a519€ per quella Wi-Fi + Cellular. I prezzi lievitano di 100€ per ogni versione successiva nello storage.

Informazioni aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Display

7.9

Ram

Memoria

Camera

5

Doppia sim

S. O.

IOS

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “APPLE IPAD MINI 3 16gb CELLULAR”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shipping & Delivery

Al momento dell'ordine il cliente può decidere il ritiro gratuito in negozio o la spedizione tramite corriere di nostra fiducia. La spedizione verrà effettuata entro 24 ore dal momento dell'ordine, il corriere impiegherà 48/72 ore per effettuare il primo tentativo di consegna a domicilio Le spese di eventuale spedizione sono di 6,90€ indipendentemente dal valore del prodotto o dalla quantità acquistata. Eventuali danneggiamenti della merce durante il trasporto dovranno esserci comunicati tempestivamente tramite raccomandata o mail, e avranno seguito solo nel caso sia stata posta riserva al corriere al momento della consegna.